Posts contrassegnato dai tag ‘Acquario Eur’

Marcello Viaggio – A.A.A. cercasi l’Acquario di Roma. Dopo il Luneur, torniamo di nuovo a parlare delle grandi opere all’Eur con Mauro Tagliacozzo, presidente della commissione urbanistica del IX municipio e capogruppo di Sel. L’argomento questa volta è l’Acquario. Mancano i soldi, i lavori sono fermi. Le ditte hanno dovuto mettere in cassa integrazione o licenziare decine di operai, una ha chiuso. Per ora l’Acquario Sea Life, con le sue trenta vasche capaci di contenere 5mila esemplari di 100 specie acquatiche, circondato e sigillato da pareti trasparenti sotto il laghetto dell’Eur, resta affidato al libro dei sogni.

C’è speranza che i cantieri riprendano a breve?  “Due settimane fa abbiamo tenuto in Municipio un consiglio straordinario sulla situazione dell’area. Sono intervenute le società che hanno in appalto la realizzazione dell’Acquario, in particolare la società concessionaria Mare Nostrum Romae”.

Perchè i cantieri si sono fermati? “Il motivo del fermo è la mancanza degli ultimi 7 milioni per completare l’opera. Finora sono stati spesi 70 milioni, la società sta cercando un prestito dalle banche”. Ce la farà ad ottenerlo? Di questi tempi  è difficile far aprire i rubinetti alle casse di credito. “Pare che ci sia vicina, speriamo che ce la faccia. Il problema più grosso riguarda l’altra società (l’Ep Edilizia Prefabbricata srl di Pomezia, ndr) quella che sta facendo i lavori. Ha 50 operai che da 2 anni sono in cassa integrazione. Sta di fatto che ci troviamo col laghetto mutilato e l’opera incompleta. E fra l’altro a 100 metri c’è la stessa situazione con le Torri del Ministero delle Finanze, dove pure i cantieri sono fermi”.

Insomma, una piccola Beirut. “Eh già. Stiamo elaborando una proposta per mettere almeno in sicurezza le Torri, con spesa a carico delle  4 società che le hanno in gestione. Ormai hanno abbandonato il progetto, solo che  non è possibile lasciare il cantiere in queste condizioni”.