“Più multe, più promozioni!”

Pubblicato: 14 febbraio 2014 in Attualità

Più multe, più carriera nel Corpo dei vigili. E’ la direttiva “Facilitazione del traffico urbano” che lo dice, firmata in queste ultime ore dal comandante della polizia municipale di Roma, Raffaele Clemente. Su ordine ovviamente del sindaco Marino.  Il numero di multe, di ganasce, di rimozioni, si legge nella direttiva, “verranno inseriti a pieno titolo nel sistema di valutazione dei dirigenti e dei dipendenti del corpo”. Testuale. Dunque, come un voto in pagella. Più multe, più promozioni.  Il piano prevede fra l’altro l’inserimento di “innovazioni tecnologiche” per la rilevazione delle infrazioni.  Vedi le telecamere a bordo delle auto, con le targhe riprese al volo. Decine e decine al minuto.  Inutile girarci intorno: le casse del Campidoglio sono  vuote. Per i romani, già alle prese con la Tares e quant’altro, i prossimi saranno mesi da incubo. Automobilisti e utenti delle due ruote ridotti praticamente a selvaggina d’allevamento. Le proteste? Il sindaco fa spallucce.

Lo street control, telecamere sull’auto

Ma il piano non piace neppure ai vigili. “Noi siamo  nettamente contrari” dice Alessandro Marchetti, segretario regionale del sindacato Sulpl. “E’ il vecchio progetto di Veltroni,  –  dice – che dava ai dirigenti un premio di risultato in base all’obiettivo raggiunto:  più rimozioni, più multe….  Dimenticandosi degli altri servizi indispensabili. Come piantonare una buca pericolosa”.  E  già, perchè poi quei vigili  non fanno contravvenzioni…  “Appunto. Nel 2007 furono sanzionati due vigili proprio perchè invece di fare le rimozioni si erano messi a dirigere la viabilità al centro di una strada dov’era caduto un grosso ramo. La nostra protesta quella volta fu tale da convincere Veltroni a cancellare il piano”.

Ora, però, Marino torna alla carica. Stesso obiettivo: fare cassa. Ma è vero che negli ultimi 3 anni le multe sono state molto di meno? “Sono scese da 2.700.000  nel 2010 a 2.000.000 nel 2013. Questo perchè con Alemanno abbiamo badato più alla sicurezza sul territorio: commercio abusivo,

Termini, ecco l’obiettivo dei rom

sgombero di campi rom…Adesso, invece,  Termini è diventata come un campo nomadi, dove i passanti vengono fatti oggetto di violenza se non consegnano il cellulare, i soldi…Io stesso sono stato accerchiato a Termini da 4-5 ragazzi, ho dovuto usare le maniere forti per liberarmi”.

Marchetti, dica la verità, tutte queste multe sono sempre giuste? Spesso il posto auto proprio non si trova. “Come sindacato diciamo da sempre che prima bisogna cambiare la viabilità, e poi sanzionare.  A piazzale Porta Pia c’è uno straordinario parcheggio sotterraneo, e fino ad oggi in tanti anni non c’è stato un sindaco che sia riuscito ad aprirlo.  Apriamo allora quel parcheggio, noi diciamo, e solo dopo facciamo mille multe al giorno a Porta Pia”.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...