Camorra, gli affari d’oro dei Zazo

Pubblicato: 5 febbraio 2014 in Attualità

Camorra, ecco gli affari d’oro in Italia del clan Zazo. Un impero che poteva contare su complicità anche fra le forze dell’ordine. Un patrimonio  sterminato quello sequestrato ieri alla famiglia. Alberghi, cavalli da corsa, yacht, società imprenditoriali con  diramazioni anche in Germania, per un valore complessivo di  400 milioni. Fra i beni sottoposti a sequestro dall’Anti-mafia: il Residence Villa Beuca, un villaggio turistico sulla collina ligure di Cogoleto, all’interno di un parco di 11mila mq, con oltre venti villini a ridosso della costa; 18 cavalli da corsa tra i quali  alcuni discendenti del famoso purosangue “Varenne”;  uno yacht di 23 metri ormeggiato a Porto Santo Stefano.

In Italia sono 41 gli immobili sequestrati, di cui 18 a Roma. Fra questi ultimi:  ll Golden Tulip Bellambriana, albergo a 4 stelle sull’Aurelia; un altro albergo  a 4 stelle, l’Abitart, nei pressi della Piramide; altri 2 alberghi sulla Pontina, il G Hotel e il Joy Hotel; un frequentatissimo locale notturno, il Moods, a corso Vittorio Emanuele, in pieno centro storico.

Varenne, il famoso purosangue francese

Chiuse  20 attività fra  società operanti nei settori immobiliario e finanziario, ristoranti, sale gioco e scommesse. Scoperta anche un’importazione illegale dalla Germania di auto di grossa cilindrata.

Ventinove le persone finora arrestate, “fortemente  indiziate” di appartenenza al clan. I soldi erano, ovviamente, ricavati dai proventi di traffico di stupefacenti, truffe ed estorsioni.  Ma nell’inchiesta, si apprende oggi, sono finiti anche appartenenti alle forze dell’ordine. Dal carcere di Tolmezzo, il boss Stefano Zazo, “reggente” della famiglia camorristica dopo la morte del padre Michele ‘o pazzo’, poteva tranquillamente dare ordini ai suoi, infatti, grazie a un cellulare e una scheda Sim. Che si presume  fornita da un’infermiera in servizio nel carcere. Sul libro paga del clan ci sarebbero anche diversi poliziotti e perfino dirigenti dell’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...