Sondaggi elettorali: con l’Italicus chi vince?

Pubblicato: 22 gennaio 2014 in Attualità

Cambiano in poche ore gli scenari politici. Dopo l’accordo Renzi-Berlusconi è guerra di nervi. Cuperlo minaccia la scissione nel Pd. Alfano medita di tentare la “grande ammucchiata” dei partitini. E poi c’è sullo sfondo l’ennesimo processo, il Ruby-Ter, che potrebbe sparigliare i giochi.  Ma intanto, oggi, quali  sono le intenzioni di voto degli italiani? Che scenari si profilano alla Camera con l’Italicus?

L’ultimo sondaggio elettorale, presentato ieri sera a Piazza Pulita, si deve a Ipr Marketing. I dati dell’istituto dicono: Pd 33,0%, Fi 20,0%,  M5S 21,0%. Seguono i partiti minori:  Nuovo Centrodestra 5,5%, Lega Nord  3,5%, Udc 2,5%, Sel 2,0%, Fratelli d’Italia 2,0%, Scelta Civica 1, 0%. Infine gli indecisi+gli astenuti: 39,0%. Seguendo queste intenzioni di voto, ecco come sarebbero distribuiti i seggi alla Camera, tenendo conto che l’Italicus prevede uno sbarramento dell’8% per coalizioni, del 5% per singoli partiti, e che il premio di maggioranza scatta solo in caso si superi il 35,0%.

Il Centrosinistra raggiungerebbe il 38,5% superando la soglia minima che gli permetterebbe di accedere al premio di maggioranza,  con l’attribuzione di 346 seggi. Al Centrodestra, – Fi, Ncd, Fdi e Lega Nord –  che raggiungerebbe   il 34,5%, ne toccherebbero 175. Infine per il M5S (21,0%) i seggi sarebbero 109. Il resto attribuito ai partiti fuori coalizione sarebbe pari al 6%, ovviamente senza seggi assegnati. E se nessuno dei partiti maggiori raggiungesse il 35% e si andasse al ballottaggio? In tal caso, se la sfida fosse fra Berlusconi e Renzi, secondo Ipr prevarrebbe quest’ultimo per 54 a 46.  

Altro sondaggio, altro scenario. Questa volta è dell’Istituto Ipsos, che l’ha presentato ieri sera a Ballarò.  Secondo l’Ipsos, qualora l’Ncd  scendesse in campo con Forza Italia, il centrosinistra vincerebbe, ma di poco (35,9%) prendendo, con il premio di maggioranza, 340 seggi, tutti attribuiti al Pd. Al centrodestra spetterebbero 183 seggi, di cui 143 a Fi, 40 all’Ncd. Ininfluente Grillo, con  107 seggi. Qualora invece Alfano corresse  con Casini, Scelta Civica e altri,  fermo restando il pd a 340 seggi, Forza Italia prenderebbe 136 seggi, il gruppo Alfano 56, Grillo 98.

Ma tutto questo, sempre e solo sulla carta. Diverse le variabili in gioco, che rendono incerti i pronostici. Intanto, bisogna vedere se ci sarà la scissione nel Pd. In secondo luogo, è noto come il Cav sia in grado di sovvertire i pronostici più infausti. Basti considerare che il centrosinistra nel primo scenario si aggiudicherebbe il premio di maggioranza solo per un pugno di voti (+0,5%). La partita, insomma, è solo agli inizi.  Tanto più se si andrà al voto solo nel 2015.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...