Blitz anti-camorra: 90 arresti e un suicida

Pubblicato: 22 gennaio 2014 in Attualità

Camorra, maxi-blitz questa notte  di Carabinieri, Polizia, e Guardia di finanza con 90 arresti fra Lazio, Campania e Toscana. Sequestrati  beni, fra immobili e denaro contante, per 250 milioni. Il blitz è scattato con le luci dell’alba. A Roma un uomo, Giuseppe C., 43 anni, colpito da ordinanza di custodia cautelare,  per evitare l’arresto si è buttato dalla finestra all’arrivo della polizia ed è morto sul colpo. Abitava in via Banti,  ed era un imprenditore di origini campane. E’ la più vasta operazione finora mai condotta contro il clan della camorra dei Contini, ritenuto fra i più egemoni a Napoli.

Nella capitale i carabinieri del Comando di via in Selci stanno procedendo in queste ore al sequestro di oltre 30 locali, fra pizzerie e ristoranti in gran parte della catena “Pizza Ciro” e Ciro pizza”, collegati al riciclaggio e al racket delle famiglie camorriste. I locali si trovano tutti in vie centralissime di Roma, frequentate da migliaia di turisti: via della Mercede, via della Vite (in pieno Tridente storico), via della Pace e via Zanardelli. Dopo il sequestro ordinato dalla Procura, finiranno in amministrazione controllata.   L’inchiesta è coordinata dal procuratore nazionale antimafia Franco Roberti e diretta dalla Dda di Napoli, in collaborazione con le Dda di Roma e Firenze. Le ordinanze di arresto sono state emesse dalla Procura di Napoli.

Al centro dell’indagine le operazioni di reinvestimento dei proventi di gruppi camorristici legati al clan Contini in imprese e operazioni economiche a Napoli, a Roma e in Toscana.

La famiglia Contini, una delle più forti e influenti nel mondo della camorra, trae i proventi da droga, estorsioni e riciclaggio. Per dare un’idea della loro pericolosità, il fondatore del clan, Eduardo Contini, all’atto dell’arresto (2007), gestiva un vero impero economico, e compariva nella lista dei 30 ricercati più pericolosi d’Italia. Nell’elenco dei 30 latitanti più pericolosi anche il   successore alla guida del clan, Paolo Di Mauro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...