Un contratto a sancire il menage a trois

Pubblicato: 30 dicembre 2013 in Attualità

Lei troppo passionale in amore. E con un contratto scritto ha pensato bene di sancire il menage a trois con il marito e l’amante. Ma dopo una settimana è finita in rissa.  Lei, picchiata da entrambi, è finita all’ospedale. Piena di lividi e con una prognosi di 15 giorni.

E’ successo a Casoria, in provincia di Napoli. A raccontare la vicenda  è il quotidiano ‘Il Mattino’, con tanto di foto del contratto sbattuta in prima pagina. Lei, una piacente casalinga di 38 anni, è legata in modo estremamente passionale al marito. Ma è innamorata pazza anche del nuovo amore, un meccanico di 10 anni più giovane. Come fare? Ad avere in pugno la situazione è lei. E la donna decide di  non poter fare a meno di nessuno dei due. Detto, fatto. Prende carta e penna e il 18 dicembre scrive: “Io sottoscritta nelle mie piene facoltà di intendere e di volere, dichiaro di voler bene appassionatamente sia a mio marito legittimo sia al mio amante. Pertanto  decido di avere una relazione con entrambi in attesa di fare chiarezza con me stessa”. Segue la firma del marito: “Accetto questa situazione”. “Accetto anch’io la situazione” sottoscrive pure l’altro. Un contratto a tutti gli effetti. In termini giuridici una scrittura privata legalmente valida.  Da quel momento niente più sotterfugi, niente più bugie: il menage a trois è sancito da un accordo scritto.

Lei passa da una casa all’altra, da una camera da letto all’altra.  Ma l’idillio dura poco, lo spazio di una settimana. A rompere l’intesa basta una telefonata d’auguri per Natale all’amante, un po’ troppo lunga. Il marito la prende male,  e le molla qualche ceffone. Ma un paio di sberle le prende anche il figlio 14enne, che rinfaccia al padre di non rispettare i …patti!  Eh, già. Pacta sunt servanda!  L’indomani lei, coperta di lividi, racconta tutto all’amante. Che s’infuria e la picchia a sua volta. Risultato? Lei tutta dolorante in ospedale, con una prognosi di 15 giorni. E  i due uomini? Non sappiamo se inizieranno una causa civile. Dopo tutto c’è un contratto di mezzo. Per il giudice non sarà facile decidere. Nell’attesa, quanto scommettete che finiranno tutti e tre in tv da Barbara D’Urso?

commenti
  1. Costanza afan de rivera scrive:

    C’è poco da commentare! Siamo ormai arrivati alla frutta! Non mi meraviglio dell’idea della donna di fare un contratto, mi meraviglia che i due uomini abbiano accettato di firmarlo. Mi meraviglia che un figlio accetti che sua madre si divida tra due uomini. Ma forse oggi sono sbagliata io che ancora mi meraviglio di qualcosa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...