Nomadi, in 6 anni gettati al vento 100 milioni

Pubblicato: 4 novembre 2013 in Attualità

Marcello Viaggio – Nomadi, cento milioni sperperati a Roma in 6 anni. Il  solo mantenimento dei campi attrezzati, fra il 2005 e il 2011, ha comportato una spesa a carico del Comune di circa 70 milioni.  Ai quali vanno aggiunti  9 milioni per la scolarizzazione, ed i costi di centinaia di sgomberi. E’ quanto emerge dal dossier  “Segregare costa”,  delle associazioni Berenice,  Lunaria, Compare e Osservazione.  Un rapporto scottante, tanto da essere ignorato dai grossi mezzi di informazione, – quotidiani, tv, agenzie – senza eccezione.  Solo un caso?

Il dossier, 64 pagine, analizza i casi di Napoli, Roma e Milano. Per quanto riguarda Roma, secondo il Rendiconto annuale del Comune, tra il 2005 e il 2011  i campi rom – allestimento  aree, manutenzione e gestione, interventi socio-educativi, spese di personale  – sono costati al Campidoglio complessivamente  86.247.106 euro. Nella somma sono compresi i fondi erogati dal Ministero dell’Interno al Comune di Roma e da quest’ultimo trasferiti alla Prefettura: 7,8 milioni nel 2009 e 10 milioni nel 2011. Cifre decisamente rilevanti. Ma c’è dell’altro. “Per la scolarizzazione dei minori – si legge sul dossier – tra il 2005 e il 2011 sono stati messi a gara dal Comune di Roma 9.380.994 euro per l’affidamento del servizio (accompagnamento, sostegno alla frequenza, tutoraggio, sensibilizzazione famiglie). A questi soldi devono però aggiungersi i costi per l’estensione delle convenzioni 2005-2008 fino ai bandi del 2009. E la spesa di trasporto scuolabus, il cui totale non è stato possibile ricostruire”. Peccato che siano pochissimi i bambini che frequentano regolarmente le lezioni.

In complesso,  100 milioni in 6 anni. Una somma da capogiro. Un pozzo senza fondo di uscite,  disperso in mille rivoli, per lo più  a beneficio dei privati:  coop sociali amiche, servizi di vigilanza, guardiania, doposcuola, wc chimici, scuolabus, videosorveglianza (quando c’è), corsi di formazione-lavoro, tutoraggio scolastico. Ad aggravare le cose, il fatto che, secondo il censimento 2009 del Comune, i destinatari (suddivisi fra 7 villaggi attrezzati e 14 campi tollerati) siano appena 5mila unità.  Conti alla mano, il Campidoglio avrebbe speso meno pagando a ogni famiglia il mutuo o l’affitto di un bicamere, con bagno e cucina, in periferia. Solo uno sperpero di risorse, o c’è dell’altro?

Dal dossier emergono situazioni paradossali. Basti l’esempio del camping-village della Cesarina, dove hanno soggiornato nel verde e lontano dallo smog cittadino 180 rom al costo di 26. 400 euro al mese di affitto. A questi soldi vanno aggiunti altri 156.220 euro spesi nel periodo 2009-2011 per la scolarizzazione di  73  bambini.  A mandarli a lezioni private, sarebbero con tutta probabilità costati meno…

Ma non è tutto. Dietro le quinte c’è la spinosa questione degli sgomberi.  ”Sgomberare un campo significa affittare le ruspe per abbattere gli insediamenti, mobilitare le forze dell’ordine, il personale sanitario e sociale, trasferire le persone altrove nonché smaltire i rifiuti e bonificare le aree – spiegano gli autori, Antonio Ardolino e Francesca Saudino – Sui costi di queste operazioni purtroppo manca la documentazione ufficiale. L’Associazione 21 luglio ha censito 450 sgomberi solo tra il 31 luglio 2009 e il 24 agosto 2012. Secondo le stime, per ognuno la spesa varia tra i 15 e i 20.000 euro”.

Fin qui il rapporto. Che dire? Che altro aggiungere a dati così crudi?  Di molti retroscena, si è sempre parlato poco.  Dopo gli sgomberi,  ad esempio, – è  cronaca – spuntano cooperative e onlus pronte ad accogliere donne e minori, ancora a spese del Comune. A quanto ammonta il costo? Mistero. Ma si tratta in genere delle stesse strutture disponibili per sfrattati o vittime di disastri ambientali. Un business davvero difficile da quantificare. Il dossier, che chiama in causa le amministrazioni a Roma dal 2005 al 2011, è stato pubblicato sul sito di Radio radicale 1 settimana fa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...