Fukushima, radiazioni 14mila volte più potenti di Hiroshima

Pubblicato: 22 settembre 2013 in Attualità

Fukushima, la centrale atomica è al collasso. Il Giappone trattiene il fiato. Ma il disastro potrebbe coinvolgere la Cina, la Corea e perfino la costa occidentale dell’America del nord.  Le autorità giapponesi, avverte l’agenzia Reuters, hanno finora nascosto la gravità della situazione e mentito al paese e al mondo intero.

L’impianto nucleare di Fukushima si trova nell’isola di Honshu, venne colpito dal terremoto e dallo tsunami che sconvolsero il Giappone l’11 marzo 2011. La centrale non era in grado di resistere ad onde alte 15 metri. L’acqua mise fuori uso gli impianti di raffreddamento dei reattori. Ci furono forti esplosioni. Il reattore n 4 fu quello maggiormente danneggiato. Da allora Fukushima non smette di emettere radiazioni letali, 14mila volte più potenti della bomba atomica che nel 1945 distrusse Hiroshima. Ora si cercherà di bonificare la centrale, ma nessuno sa esattamente in che condizioni siano i reattori nucleari. Si teme che sia imminente addirittura la “liquefazione” del suolo.  “L’operazione più pericolosa comincerà a novembre, quando sarà avviata la rimozione di 400 tonnellate di combustibile nucleare” avverte la Reuters:  “E’ un’operazione mai tentata prima su questa scala, si tratta di contenere radiazioni equivalenti a 14.000 volte Hiroshima”.  Ammesso che ci si riesca. Se tutto andrà bene, ci vorranno 40 anni.

Se anche solo una delle piscine di stoccaggio dovesse crollare, avvertono però  l’esperto nucleare Arnie Gundersen e il medico Helen Caldicott, non resterebbe che “evacuare l’intero  emisfero nord della Terra e spostarsi tutti a sud dell’Equatore”. La dimensione del pericolo lascia sgomenti. E’ un allarme di così vasta portata da disorientare anche gli esperti.  La centrale di Fukushima, ammettono però le autorità, era in stato di degrado ben prima del terremoto.  Secondo gli scienziati – uno di questi è Akio Matsumura, già consulente Onu, –   la rimozione dei materiali radioattivi da Fukushima è  “una questione di sopravvivenza umana”.  L’obiettivo è neutralizzare 1.300 barre di combustibile esaurito. Se una barra cadesse o si rompesse, “le conseguenze – avverte anche il Japan Times – potrebbero essere di gran lunga più gravi di qualsiasi incidente nucleare che il mondo abbia mai visto”.

Annunci
commenti
  1. FILIPPO ha detto:

    fukushima peggio di chernobyl! Il governo giapponese ha cercato in ogni modo di occultare gli effetti del disastro, voglio ricordare ai lettori che a due anni dal disastro molti bambini vivono ancora nel luogo della tragedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...