Il 23% dei romani rinuncia al dentista: costa troppo

Pubblicato: 20 settembre 2013 in Attualità

Nel Lazio le famiglie spendono di tasca propria per la sanità più che nel resto d’Italia. E il 23% ha rinunciato al dentista perché troppo costoso. E’ quanto emerge da una ricerca di Censis e Unipol presentata ieri a Roma al Tempio di Adriano. L’88,7% delle famiglie laziali – Roma compresa – spende di tasca propria per ricevere le prestazioni sanitarie. Significa che per fare un’ecografia o una Tac, 9 laziali su 10 si rivolgono alle strutture private a pagamento.  In particolare, negli ultimi due anni il 31% delle famiglie ha effettuato solo le cure dentistiche indispensabili, preferendo puntare al massimo risparmio. C’è chi va in Croazia, chi accetta dentiere scontate made in India.  Il 23% tuttavia e’ stato costretto a rinunciare del tutto al dentista perche’ troppo costoso. Inutile avere i denti a posto, se il piatto è vuoto.

Riguardo ai tagli alla sanita’ pubblica, nel Lazio colpiscono più che altrove. Sia le strutture ospedaliere pubbliche che quelle private accreditate, si sono ridotte del 7% circa negli ultimi 5 anni, mentre nel resto d’Italia sono aumentate.  I posti letto complessivamente sono diminuiti di oltre il 19%,  3 volte di piu’ che nelle altre aree del Paese (-6%).

Nel Lazio infine è record di prestiti fra i familiari: il 55% delle famiglie fornisce aiuto ai parenti in difficoltà. Le voci di spesa più rilevanti sono per l’assistenza agli anziani, i figli disoccupati, e appunto le cure mediche. Il servizio pubblico, secondo lo studio Censis-Unipol,  è decisamente carente per chi è in difficoltà.

commenti
  1. FILIPPO scrive:

    Lo studio ha centrato in pieno il problema, ma a questo punto sorge una domanda: per quale motivo le cure dentistiche devono essere a pagamento, a differenza di altre prestazioni, considerando che la salute dei denti è importante? Perchè il ministero della Salute non si occupa di queste tematiche, stabilendo ad esempio delle convenzioni con il privato a favore dei cittadini meno abbienti?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...