Divino Amore, 7 interrogazioni di Brunetta

Pubblicato: 26 agosto 2013 in Attualità

Divino Amore, sempre più compatto ed esteso il  fronte del no alla discarica.  Martedì il capogruppo Pdl alla Camera Renato Brunetta incontrerà  i residenti alle h 19,30 nella piazzetta del Santuario.  L’ex Ministro ha presentato 7 interrogazioni parlamentari sul Divino Amore, tutte puntualmente rimaste senza risposta. “Dopo anni di approfondimenti tecnici sul dopo-Malagrotta, – ci tiene a ribadire Brunetta –  immagino che esistano studi scientifici di impatto ambientale, sulla salute, sulle vie di accesso, sull’inquinamento dell’aria e delle falde, sulla prevenzione da infiltrazioni della criminalità organizzata,…Bene. Non mi sembra scandaloso chiedere di poterli leggere. Se invece questi studi non sono stati fatti allora, aspettiamo che siano completati prima di prendere ogni decisione. La seconda domanda è: tutte le autorizzazioni sono state richieste? Le autorizzazioni regionali rilasciate tra il 2003 ed il 2012 alla  Ecofer Ambiente di Falcognana fanno esplicito riferimento ad un impianto per le auto rottamate, ma i rifiuti urbani sono un’altra cosa. Se le carte sono in ordine quale è il problema del Commissario straordinario, Sottile, a metterle a disposizione di tutti?”. “La terza domanda – conclude Brunetta – è: i proprietari della cava di Falcognana hanno chiesto loro di trasformare il sito in megadiscarica? Il terreno deve essere comprato o espropriato perché altri gestiscano la discarica? Anche qui il silenzio di Sottile lascia dubbi e qualche sapore amaro”.

Domande, domande…Risposte poche, anzi finora nessuna. Il silenzio delle istituzioni è assordante. Ma il Presidio No Discarica Divino Amore non ha dubbi: “Piano piano la verità sta venendo a galla, L’Ecofer sta allargando i suoi confini, con l’acquisizione di altri ettari adiacenti l’attuale discarica, come testimoniano le carte – denuncia oggi in un comunicato stampa – Acquisizione che, guarda caso, avviene in concomitanza con il cambio dell’assetto societario, i cui nomi restano ad oggi schermati”.  “È quindi l’Ardeatina il nuovo distretto della “mondezza”? Falcognana diventerà la più grande discarica d’Europa?” si chiede il Presidio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...