Sesso sicuro con i…Bitcoin

Pubblicato: 14 luglio 2013 in Attualità
Tag:,

Niente assegni o contanti, adesso le prestazioni sessuali si pagano con soldi virtuali. I cosiddetti bitcoin.

Lo scrive la giornalista Sabina Cuccaro sul sito Sex and Rome :  “Sarà la crisi, sarà che l’hi tech avanza, saranno tutte e due le cose insieme, fatto sta che anche il mondo dell’eros si sta adeguando. Usati da vip e imprenditori per non essere  “tracciati”, i bitcoin stanno diventando la nuova moneta per riciclare affari illeciti, e anche per il sesso”.

Bitcoin (simbolo BTC o ฿) è una valuta elettronica creata nel 2009 da un anonimo conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Bitcoin utilizza un database sul web, che tiene traccia delle transazioni. La progettazione di Bitcoin prevede il possesso ed il trasferimento anonimo delle monete. I bitcoin possono essere salvati su di un personal computer sotto forma di portafoglio o  trasferiti attraverso Internet a chiunque disponga di un indirizzo bitcoin.  Ad aprile 2013 il valore totale dell’economia bitcoin era stimato in 1,4 miliardi di dollari.

“Sono stato contattato da un’imprenditrice svizzera – racconta Pascal, un gigolò romano, a Sex and Rome – Durante la cena, tra una chiacchiera e l’altra, in attesa di passare dal vino al letto, scopro che anche lei, come me, ha investito nei bitcoin e sfruttato la bolla di marzo”.  “Passiamo all’albergo – continua Pascal –  e, fatto il mio lavoro di gigolò, lei prende il suo iPad, mi chiede il numero del conto e mi fa un versamento”.  Dieci bitcoin sul portafoglio, che allo stato attuale corrispondono a circa 1.000 euro.  “Sul momento rimango stupito ma poi accetto pensando che questo possa rappresentare il futuro”. Non male per una serata… Lei, poi, gli confessa che molte sue amiche stanno cominciando ad utilizzare questa moneta per i pagamenti. “A questo punto – conclude Pascal con aria da manager – credo che a breve inserirò sul mio sito il pagamento diretto in bitcoin”.

La moneta digitale presenta molti vantaggi. Fra cui quella di sfuggire all’occhio vigile del fisco, grazie al totale anonimato di depositi e transazioni. Per il momento a usarla sono soprattutto gli uomini. Ma anche le donne si stanno attrezzando, scrive Sabina Cuccaro.  Sonia, Escort del Centro Storico, confessa a Sex and Rome : ”Ho dovuto aprire un mio conto in bitcoin, quasi un cliente su dieci preferisce questo pagamento, si sentono più sicuri di non essere beccati dal fisco. E io ci guadagno di più rispetto al pagamento in contanti, perché in genere versano sempre un 20% in più per tenere largo il margine del rischio cambio”.

Incuriosita da queste dichiarazioni, Sabina naviga sul web, e su Portaportese on line trova due annunci di accompagnatrici dove è specificato: “Si accettano bitcoin”. Un tempo era “Si accettano buoni pasto”. Ma i tempi cambiano…conclude.

commenti
  1. Costanza A.deR. scrive:

    Fantastico! Quando saranno usati anche per scopi non…..sessuali?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...