40 falsi ciechi, maxitruffa da 3,5 milioni a Roma

Pubblicato: 12 giugno 2013 in Attualità

I carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno scoperto 40 presunti falsi ciechi, dichiarati non vedenti al 100% ma che in realta’ ci vedevano benissimo. Dovranno rispondere dell’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato. I truffatori, di cui 18 donne e 22 uomini, percepivano oltre alla pensione di circa 1.100 euro al mese anche l’indennita’ di accompagnamento. Il danno erariale causato allo Stato e’ complessivamente di oltre 3 milioni e 583 mila euro. Le violazioni riscontrate sono state sottoposte alle Procure di Civitavecchia, Roma, Tivoli e Velletri. E’ stata anche informata la Procura della Corte dei Conti per il recupero delle somme sottratte illegittimamente allo Stato.

L’ultima operazione del genere del comando provinciale dei Carabinieri risale a gennaio 2013. In quell’occasione era stato individuato un uomo di 63 anni, romano ma residente da anni a Marino, che zappava ogni giorno l’orto, faceva la spesa al supermercato e ritirava ogni tanto i soldi al bancomat. Una perfetta vita da pensionato, insomma. Se non fosse che l’uomo risultava ufficialmente cieco e per questo riceveva una pensione di invalidità oltre all’accompagnamento. I carabinieri erano riusciti a smascherarlo con pedinamenti e telecamere. La truffa andava avanti dal 1998 e ammontava a  circa 200mila euro: 107mila versati negli anni dall’Inps, il resto per l’accompagnamento pagato al truffatore dall’Istituto per ciechi. L’uomo aveva  accentuato un virus agli occhi, facendosi credere cieco anche dalle commissioni mediche.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...