Elezioni, possibile pareggio al Senato

Pubblicato: 29 dicembre 2012 in Attualità

Era già successo nel 2006 con Romano Prodi. Potrebbe succedere nuovamente nella prossima tornata elettorale. I sondaggi, infatti, danno per scontato il raggiungimento della maggioranza della Camera da parte del Pd. Ma su Palazzo Madama la partita è ancora completamente aperta. “Siamo veramente sul filo di lana” avverte Mannheimer.  E sarà la Lombardia nel rush finale a giocare un ruolo fondamentale.

A Palazzo Madama ben 49 seggi toccheranno, infatti, ai lumbard, 2 in più del 2008 in base all’ultimo censimento del 2011. E la corsa alla presidenza della Regione, fra Maroni, Albertini e Ambrosoli, influenzerà in modo decisivo il voto alle Politiche, soprattutto al Senato. Euromedia quantifica tale effetto di trascinamento in un +5%. Chi conquista il Pirellone, insomma, porterà il 5% in più di elettorato in dote alla coalizione politica di appartenenza per i 2 rami del Parlamento. Sarà decisivo per il centrodestra trovare, quindi, l’accordo sul nome di Maroni ma anche siglare l’intesa Pdl-Lega alle Politiche in tutto il territorio nazionale.

Discorso analogo, però, vale anche per il Lazio. L’altra Regione “forte”, che assegna 28 seggi al Senato, 1 in più del 2008. Qui vincerà chi saprà toccare meglio le corde dell’elettorato cattolico, tradizionalmente decisivo nella capitale d’Italia e immediato circondario.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...