Sos sanità, tutti contro Bondi

Pubblicato: 7 dicembre 2012 in Attualità

Tutti contro Bondi. Gruppi politici, sindacati, associazioni. Il  vento caldo della protesta soffia su entrambi i fronti politici. “Tutti in piazza per salvare il Cto” tuona Enzo Foschi, consigliere regionale Pd.  “E’ assurdo chiudere ospedali come il Forlanini, il San Filippo Neri, l’Eastman” rimarca Fabrizio Santori, candidato sindaco di Roma per il centro-destra: “Quello alla salute è diritto costituzionale!”. Sulla piazzetta del San Filippo Neri questa mattina è stata organizzata  una raccolta di firme fra pazienti e familiari in difesa dell’ospedale.

Circa 40  sigle di  categoria annunciano, invece, per l’11 dicembre un sit-in sotto le finestre della Regione.  Ad organizzare il sit-in  tutte le categorie sindacali del comparto sanità, e in più  Confsalute-Confcommercio Roma, Federlazio Salute, Tribunale dei diritti del medico, Unindustria sanità.  “I posti letto che Bondi vorrebbe tagliare sono 964, salterebbero migliaia di posti di lavoro” affermava giorni fa Gianni Nigro, della Fp Cgil.

Ma fra le ipotesi messe sul tavolo in questi giorni dal commissario alla sanità del Lazio i numeri sono anche peggiori. Si parla del taglio di 1.770 posti letto: 110 per oncologia, 450 per ortopedia, 350 per chirurgia generale, 77 per pediatria, e svariate decine per cardiologia e dermatologia.

Numeri che potrebbero presto prendere corpo. Questa mattina, infatti, si terrà un vertice al Ministero dell’Economia fra il commissario Bondi e i direttori generali delle aziende sanitarie, in cui sara’ messa nero su bianco la nuova rete ospedaliera del Lazio. L’obiettivo di Bondi (che due settimane fa ha gia’ ridotto di 96 milioni i budget delle cliniche convenzionate e degli ospedali religiosi) e’ quello di risparmiare il piu’ possibile per diminuire ancora il disavanzo annuale (stimato in 780 milioni  nel 2012). Se passasse questa linea, nel Lazio salterebbero quasi 2 mila posti letto. 

Si vedrà che cosa uscirà fra poche ore dal vertice. Nel piano Bondi sono previsti a Roma il taglio di 130-140 posti letto al San Filippo Neri; nonchè la chiusura di Cto, Forlanini, Oftalmico e Eastman. Il Sandro Pertini perderebbe 70 posti letto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...