Scuole nel Lazio: vecchie, malandate, insicure

Pubblicato: 19 novembre 2012 in Attualità

Vecchi e fatiscenti gli edifici scolastici a Roma nel Lazio.  Non piu’ di due settimane fa una scuola alla Giustiniana ha dovuto evacuare gli studenti per una trave pericolante. Nessun edificio è costruito secondo criteri anti-sismici,  le scale anti-incendio esistono spesso solo sulla carta.  E’ di oggi la notizia che a Roma 14 licei sono occupati dagli studenti. La protesta è contro i tagli alla spesa, contro le carenze strutturali e l’insicurezza  degli edifici.

A fotografare la situazione arriva puntuale l’ultimo rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente, 10 novembre 2012. Le scuole nel Lazio sono soprattutto vecchie. Dei 1.313 edifici monitorati,  solo l’1,14% è stato realizzato tra il 1991 e il 2011. Un buon 39% è stato edificato fra il 1941 e il 1974, anno in cui la legge ha dettato per la prima volta i criteri di edilizia antisismica. Oltre il 12% risale addirittura a prima della II guerra mondiale.

Ma non è solo questione di età avanzata. Le scuole nel Lazio sono anche e soprattutto malandate. In parecchi casi  fatiscenti. Una su tre (28%) necessita di interventi di manutenzione urgenti. Appena il 50, 4% è stata oggetto di lavori  di manutenzione straordinaria negli ultimi 5 anni. 

Considerato che si tratta di lavori effettuati in un quinquennio, solo in 1 scuola su 10, in sostanza, maestre ed alunni hanno la fortuna di vedere ogni anno qualche operaio salire le scale e ristrutturare impianti elettrici e sottotetti. Le altre 90 rimangono lì ad aspettare e sperare che non piova acqua dal tetto durante i temporali.

Vecchie e malandate, le scuole a Roma e nel Lazio, ma anche insicure. Se è vero che il 100% degli edifici possiede il certificato di collaudo statico, e il 96% degli impianti elettrici sono a norma,  è  anche vero che solo il 60,80% ha la certificazione anti-incendi dei vigili del fuoco, e appena  il 64,80% degli edifici  è dotato di scale di sicurezza. In nessun edificio – sottolinea il dossier di Legambiente – è stata effettuata, invece, la verifica di vulnerabilità sismica.

Poca anche l’attenzione rispetto alla sicurezza delle aree antistanti le scuole. “Solo il 40,80% degli edifici  – rileva l’associazione ambientalista – sono provvisti di attraversamenti pedonali, appena il 12% vede la presenza di nonni vigili, in nessun edificio sono presenti semafori pedonali, piste ciclabili, transenne parapedonali, mentre solo uno scarso 20% ha effettuato interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche”.

“Il futuro della scuola passa anche dalla qualità delle strutture, – rimarca Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio –  non ci si può ricordare delle scuole solo quando succedono disastri e crolli”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...