Baccini: “Commissariare il Pdl regionale senza indugio!”

Pubblicato: 6 novembre 2012 in Attualità
Sondaggi-choc in vista delle Politiche 2013. “Il Pd ha doppiato Il Pdl” ha annunciato Enrico Mentana ieri sera tardi su twitter, dopo che il Tg di La7 ha fornito i risultati del consueto sondaggio del lunedì. Pd al 29,9% (+0,7), Pdl al 15,8% (-0,4). Saranno anche dati forse taroccati, considerata la non eccelsa simpatia di Mentana per il Cav. Ma sono in linea con tutti gli altri rilevamenti nazionali. Cresce lo sconcerto fra le fila dei pidiellini. Le primarie il 16 dicembre non godono del favore del vento. Potrebbero anche saltare. E oggi è Mario Baccini, leader della Federazione dei Cristiano-popolari, a dire la sua.

“Segretario Alfano, che vogliamo fare? – afferma provocatorio Baccini – Piso pensa alle primarie regionali insieme a quelle nazionali il 16 dicembre? Non scherziamo! Nel Lazio si deve commissariare il Pdl e andare al congresso regionale. Subito. Non c’è altra via”.

“Le primarie nazionali? Sono solo uno spot mediatico. – prosegue il presidente dei Cristiano-poplari – Io sono pronto anche a scendere in campo se si fanno. Per noi Cristiano-Popolari raccogliere 10mila firme in 5 regioni non è un problema. Però nel Pdl serve soprattutto un confronto serio, un congresso nazionale straordinario, costituente. Da tenere entro 30 giorni. Altrimenti, dopo l’uscita di scena di Berlusconi, viene meno la ragione sociale, e noi Cristiano-Popolari, che siamo fra i fondatori del Pdl, recuperiamo la nostra autonomia”.

Dito puntato sul segretario del Pdl. “Nel Lazio Alfano aveva preso dei precisi impegni sulle date dei congressi. Oggi Alfano ci deve spiegare come mai il coordinatore non ha celebrato il congresso. Io non me la prendo con Vincenzo Piso. Me la prendo con Alfano, che ci ha fatto mobilitare gli iscritti, e poi ha lasciato tutto a metà. Sono state prese in giro 100mila persone”.

E adesso? “Nel Lazio bisogna commissariare il partito. E convocare il congresso regionale entro 30 giorni. La base degli iscritti c’è, Non ci vuole niente. Il Pdl a Roma e nel Lazio è ai suoi minimi storici, il 15% nei sondaggi. Il malato è grave, serve una cura da cavallo. Commissariamento e congresso, quindi. Altrimenti anche nel Lazio i Cristiano-popolari recuperano la propria autonomia” conclude Baccini.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...