Campidoglio, sul bilancio è rottura

Pubblicato: 1 novembre 2012 in Attualità

Scadeva a mezzanotte il termine previsto per approvare il bilancio, ma l’accordo in Campidoglio non c’è. Un flop la riunione in extremis fra i vertici di maggioranza e opposizione. L’Aula Giulio Cesare è impegnata in una seduta fiume per approvare i 54mila emendamenti e i 13mila ordini del giorno che mancano all’approvazione della manovra.

Ora il Prefetto Pecoraro, secondo la normativa, dovrebbe procedere allo scioglimento del consiglio comunale.  Ma è nei suoi poteri concedere un’ultima proroga. Pecoraro a sua discrezione dovrebbe stabilire secondo le voci più accreditate dai 15 ai 20 giorni. Ma il tempo potrebbe non bastare lo stesso senza una soluzione politica. Per votare tutti gli  emendamenti, infatti, al ritmo attuale occorrerebbero circa 3 anni. Alemanno ha bollato come “fazioso” l’atteggiamento ostruzionistico dell’opposizione. Il capogruppo Pd Umberto Marroni ha condannato le proposte del sindaco definendole “tardive e inadeguate”.

C’è un’unica certezza in questo rimpallo di responsabilità:    Alemanno non ha più la maggioranza, senza il Pd il bilancio non passa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...