Bilancio Roma Capitale: ultima chiamata, poi il commissariamento

Pubblicato: 22 ottobre 2012 in Attualità

Mancano pochissimi giorni alla scadenza del 31 ottobre, data limite per approvare il bilancio di previsione 2012 di Roma Capitale, il bilancio pluriennale 2012-2014, e il piano di investimenti 2012-2014. La maggioranza accusa l’opposizione di ostruzionismo per via di 90mila emendamenti. Ma senza i voti del Pd difficilmente il testo passerà in aula. Una frangia interna al Pdl, infatti,  punta a far saltare il banco. Tutti a casa. L’approvazione del bilancio ha già avuto due proroghe: una a giugno e una ad agosto. Non può essercene una terza, ha fatto sapere il Governo. Alemanno è chiamato a mediare nel clima di ostilità crescente all’interno della sua coalizione. Ci riuscirà? Tutto è appeso a un filo: la data del 31 ottobre. Se entro quel mercoledì non dovesse arrivare l’ok dell’aula alla manovra finanziaria del Campidoglio,  interverrà il Prefetto e scatterà il commissariamento del Comune.

E’ a forte rischio anche la  riduzione del numero dei municipi da 19 a 15. L’aula Giulio Cesare deve approvare anche questa riforma entro il 31 ottobre, altrimenti finirà nelle mani del Prefetto Pecoraro.

Aggiornamento. Oggi 24 ottobre Alemanno, in visita in Polonia, ha annunciato che eventualmente chiederà una deroga al governo per un nuovo rinvio della scadenza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...