La Roma dei Misteri/2

Pubblicato: 15 settembre 2012 in Attualità

VILLA STUART 

Dopo Villa Manzoni, ecco Villa Stuart. La seconda puntata del tour fra i luoghi “maledetti” di Roma ci porta questa volta a via Trionfale, alle pendici di Monte Mario. Qui al civico 5952  sorge la clinica privata Villa Stuart. Proprietà anni fa dell’editore Giuseppe Ciarrapico e ora del gruppo Eurosanità, è nota al grosso pubblico come la “clinica dei calciatori”. Da Totti a Vucinic a Nesta, sono in tanti i campioni passati di lì per farsi rimettere a posto. Chi il menisco chi la schiena. E’ l’unica casa di cura in Italia dotata di un campo di calcio per la riabilitazione. Un gioiello della sanità romana e laziale. Ma prima di Ciarrapico? La villa secentesca ha alle spalle una storia ricca di misteri e episodi inquietanti. Che pochi conoscono.

Edificata nel punto più alto della città, nel mezzo di uno splendido parco naturale di pini e cipressi,  la villa fu acquistata alla fine del ‘700 da Giacomo Francesco Stuart, sfortunato pretendente alla corona inglese, in esilio a Roma.  Il nonno, re Giacomo I d’Inghilterra, credeva nella stregoneria. Tanto da scrivere un  trattato su messer Belzebù. E  tanto da mandare al rogo, senza neppure un minuto di processo, centinaia di povere streghe. Un secolo dopo, alla metà dell’ ‘800, la villa finì in eredità all’avvenente e ricca contessa Emmeline Stuart-Wortley, ramo cadetto degli Stuart. Forse in ricordo dell’avo, forse per un segno del destino, la nobildonna inglese prese a dedicarsi anima e corpo al mondo dell’occulto. Il suo amante, Lord Allen, distratto in un primo tempo dall’hobby del giardinaggio, presto ne seguì le orme. I due si dedicarono alla magia nera.

Villa Stuart, che portava all’ingresso le insegne  della corona d’Inghilterra, divenne un salotto famoso, dove si dava appuntamento

La contessa Emmeline in un ritratto dell’epoca

la nobiltà di tutta Roma per partecipare alle sedute di spiritismo e occultismo, allora di gran moda. Scrittori, dame di corte, uomini d’affari, tutti facevano la fila. La contessa invitò alle serate i più famosi medium d’Europa. Spese una fortuna. Si parlava di “apparizioni” notturne nella casa del giardiniere, all’ingresso del parco. Il piccolo edificio, risalente alla fine del Cinquecento, venne ribattezzato “Casino degli Spiriti”.

Alla fine la servitù scappò terrorizzata, i soldi finirono, la villa cadde nel degrado. E la nobiltà romana veleggiò per altri lidi. I due rimasero soli. E impazzirono. Lei vedeva ovunque il fantasma della sorella, Rosa, affogata anni prima nel Tevere senza che fosse trovato il cadavere.  Lui credeva di parlare con Lucifero in persona. Un bel giorno Lord Allen scomparve. Si sparse la voce che fosse tornato in Inghilterra di soppiatto. Lei invece giurava che Lord Allen era morto, che il suo spirito vagava nella villa, di notte le carezzava la mano passando con le dita attraverso la parete.  Delirio, follia?  Molti anni dopo gli operai buttarono giu un muro della cantina e scoprirono lo scheletro del nobile inglese: lo aveva murato lì sotto la bella Emmeline.

Ma le voci non finirono.  Fra fatti e leggenda, il posto divenne noto come la “Villa dei fantasmi”.

Nel 1979  il celebre imitatore  Alighiero Noschese, ricoverato a Villa Stuart per esaurimento nervoso, si sparò alla testa con una grossa Smith&Wesson calibro 38. Dove la teneva nascosta, come aveva fatto l’arma a sfuggire ai controlli? Il suicidio rimase senza un perché.  All’ingresso della villa le suore montarono un piccolo crocifisso. Da allora sta lì per protezione, non si sa mai.

 

 

La Roma dei Misteri/3                       IL MURO TORTO  

…..in arrivo….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...